NUOVA FRONTIERA
Un micro-robot di due millimetri per esplorare il corpo umano
di Paolo Travisi
Micro robot

Cammina, salta, nuota. E' un micro robot, lungo fino a due millimetri, creato nei laboratori dell'Istituto Max Planck di Stoccarda e presentato sulle pagine della rivista scientifica Nature. A prima vista sembra un banale pezzo di gomma nera, in realtà è realizzato con un materiale morbido e snodabile (un elastomero) con proprietà elettromagnetiche, che consentono al robot di essere controllato da remoto e di muoversi in qualsiasi condizione. Anche all'interno di un liquido o di un corpo umano. Per realizzarlo, gli scienziati dell'istituto tedesco, hanno studiato il movimento delle meduse e dei bruchi. Ed il video che è stato realizzato lo mostra chiaramente. Il micro-robot inoltre, è in grado anche di trasportare piccolissimi oggetti o di scalare pareti curve.
 

 


Le finalità di utilizzo, pensate dai ricercatori, sono molteplici: dalla bioingegneria, passando per applicazioni biomediche alla microchirurgia. Anche se non è stato ancora testato sugli esseri umani (perché non del tutto biodegradabile), l'ambizione più grande del gruppo di ricerca, è di utilizzarlo in campo medico a scopo curativo. Le sue dimensioni attuali infatti, gli consentirebbero di entrare nell'apparato digerente o in quello urinario per rilasciare sostanze. Il progetto dell'istituto di Stoccarda è ancora in fase sperimentale, ma se il micro-robot potesse funzionare correttamente anche a dimensioni più ridotte, nell'ordine di micrometri, il suo utilizzo potrebbe essere più ampio, persino all'interno del sistema vascolare.


 
 

Lunedì 12 Febbraio 2018, 22:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL MATTINO
staibene.it